AMAZON E I PICCOLI LIBRAI

Il 20 luglio 2011 il senato della repubblica italiana ha approvato un disegno di legge sulla disciplina del prezzo di vendita dei libri. Il fine complessivo del provvedimento è impedire a grandi catene (sostanzialmente Amazon) di vendere con sconti tali da distruggere la concorrenza e stroncare la resistenza dei piccoli rivenditori che non hanno una massa finanziaria sufficiente a reggere continue campagne di ribassi e sconti.

Ma siamo proprio certi che l’intero discorso si possa esaurire nell’alzare la voce contro l’attentato al regime degli ipersconti? A me pare di no.

Continua a leggere

Annunci

IL MOLTO SOGGETTIVO SENSO DEL GIUSTO

Tiziana (per rispetto della privacy ometterò il suo cognome, così come anche tutti gli altri) è un giovane avvocato. Ha un account in Facebook e fra i suoi amici compaiono parecchi altri avvocati. Non di rado i post che pubblica riguardano l'esercizio della sua professione.

Alcuni mesi fa, in particolare, ha pubblicato nella sua bacheca in FB un brevissimo post il cui testo era:

Tiziana
ha fatto rinnovare il permesso di soggiorno ad un pregiudicato!

Dato che ha molti amici in Facebook (oltre mille) ce n'è sempre qualcuno che ha qualcosa da commentare e così anche in quell'occasione si è sviluppata ben presto una sequenza di commenti che riporto testualmente di seguito.

 

Continua a leggere